Il pensiero antologico

Questo blog nasce dalla necessità di fermarsi un momento per osservare e, magari, prendere fiato. Perché ovunque si vada, di questi tempi, è sempre tutto pieno, già prenotato, già preso, già ordinato, finito. Le librerie traboccano di libri, mentre fuori ci sono le bancarelle dei testi usati, o invenduti; gli aerei sono pieni; i musei … Leggi tutto Il pensiero antologico

Grammatica dell’integrazione, di Vinicio Ongini

«La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.» Così recita l’articolo 34 della Costituzione italiana, la nostra. C’è poco da fare. Nessuno può essere escluso dalla possibilità … Leggi tutto Grammatica dell’integrazione, di Vinicio Ongini

Uomini e no, di Elio Vittorini

Nel 1944, Elio Vittorini si trova al Sacromonte di Varese, dove è riuscito a rifugiarsi dopo aver cercato di organizzare lo sciopero generale politico a Firenze, nel mese di marzo. Siamo in piena guerra civile, giusto un anno prima del 25 aprile, della Liberazione. Gli scontri tra Partigiani e nazi-fascisti sono aspri, fatti di agguati … Leggi tutto Uomini e no, di Elio Vittorini

Il dolore, di Marguerite Duras

“Il telefono squilla: “Pronto, pronto, ci sono novità?” E’ questo l’inizio di uno dei primi dialoghi di questo capolavoro della scrittrice francese nata in Indocina, vicino Saigon, Marguerite Duras (1914- Parigi 1996). L’opera si presenta come uno dei diari ritrovati anni dopo i tragici eventi della Resistenza francese a Parigi, a cui la Duras prende … Leggi tutto Il dolore, di Marguerite Duras

Diario dell’anno del Nobel, di José Saramago

Diciamo la verità, quando si parla del ritrovamento di un manoscritto, alla maggior parte di noi, vengono in mente due cose: i Promessi Sposi; l’immagine di un castello o di un palazzo, o un monastero medievale, dai cui archivi segreti salta fuori l’opera che si credeva perduta, quella di cui non si era a conoscenza. … Leggi tutto Diario dell’anno del Nobel, di José Saramago

La porta, di Magda Szabò

Potrebbe sembrare una storia semplice, che parla di una signora assunta da una coppia di intellettuali per dare una mano in casa. I due le aprono la porta per metterla alla prova, per accertarsi che si tratti della persona giusta, invece, già in quel momento, è quella signora di nome Emerenc a mettere in dubbio … Leggi tutto La porta, di Magda Szabò

Una giornata al Festival della Letteratura di Mantova

Che in Italia ci sia un Festival della Letteratura mi pare una cosa del tutto normale, così come assolutamente corretto mi sembra farlo a Mantova, la città di Virgilio, che così si esprime nella Commedia di Dante, al canto I: “Rispuosemi: "Non omo, omo già fui, e li parenti miei furon lombardi, mantoani per patrïa … Leggi tutto Una giornata al Festival della Letteratura di Mantova

Il censimento dei radical chic, di Giacomo Papi

Non pensare a pancia piena Poteva essere solo un giallo questo libro, sarebbe stato bello comunque, ben scritto, ben fatto, con le pagine che scorrono rapide verso la scoperta dell’assassino, del complice, verso una sempre maggiore conoscenza della vittima, ciò che ci avrebbe permesso di affezionarci a essa post mortem per accettare di buon grado … Leggi tutto Il censimento dei radical chic, di Giacomo Papi

L’età dei muri, di Carlo Greppi

A ciascuno il suo…pezzo di muro Novembre non è poi così lontano, una sessantina di giorni, poi le televisioni manderanno in onda ancora una volta le solite immagini, trasmetteranno qualche documentario, i giornali faranno gli speciali, insomma saremo nuovamente di fronte al (giustissimo, ci mancherebbe!) cerimoniale della commemorazione della caduta del muro di Berlino, avvenuta … Leggi tutto L’età dei muri, di Carlo Greppi

Chiedi alla polvere, di John Fante

Le strade di Los Angeles, California, sono piene di polvere e disperazione, di personaggi provenienti da ogni parte d’America, tutti in cerca di qualcosa, molti, forse i più, persi nella ricerca. Siamo agli inizi del Novecento, tra le due Guerre mondiali, e un ventenne di origini italiane, Arturo Bandini, lascia la madre per la West … Leggi tutto Chiedi alla polvere, di John Fante

Fontamara, di I. Silone

La condizione migliore per leggere Fontamara, di Ignazio Silone, sarebbe quella per cui nulla si conosce dell’autore. Ci si lascerebbe trasportare dalla narrazione senza il condizionamento che necessariamente deriva da ciò che sappiamo di Secondino Tranquilli(questo il vero nome dello scrittore). Perché Fontamara si presenta così, con le voci narranti di Giuvà, Matalè e del … Leggi tutto Fontamara, di I. Silone